Reggiseno dagli anni ’90 a oggi: dal Wonderbra al reggiseno senza push up

by Pina Chiocchetti

Io amo tutto degli anni ‘90: la moda, la lingerie, la musica, i film e le super models Naomi Campbell, Cindy Crawford e Christy Turlington!

Gli anni ’90 hanno lasciato il segno nel mondo della moda e anche in quello della lingerie.

Anche il reggiseno ha subito notevoli cambiamenti in quell’epoca, diventando simbolo della seduzione per eccellenza e dettaglio di moda!


Storia del reggiseno anni ’90: la nascita del Wonderbra e il super push up


É a partire dagli anni ’90 che il reggiseno inizia a vivere momenti di gloria, trasformandosi in un dettaglio di stile che fa sentire più belle e riesce a donare anche una taglia in più di seno. In questo periodo, infatti, si assiste al successo del reggiseno Wonderbra, modello reclamizzato dalla bellissima modella Eva Herzigova e che ha conquistato tutte le generazioni. Il Wonderbra non è altro che una variante del classico balconcino in cui le coppe, provviste di ferretti, sono imbottite e ravvicinate fra loro, in modo da spingere in alto e verso l’interno i seni. Il risultato? Un decolletè più voluminoso, pieno e dalla forma arrotondata.


Le aziende specializzate nella produzione di intimo hanno poi iniziato a sviluppare nuove linee, tessuti e materiali per soddisfare le esigenze delle donne, realizzando nuovi reggiseni adatti ad ogni fisicità e in grado di accontentare qualsiasi gusto. Nascono quindi i reggiseni super push-up, che presentano vari tipi di imbottiture anche estraibili, il più delle volte realizzate in stoffa, gel, aria ed olio, che si adattano alla forma di ogni seno e lo rendono immediatamente più voluminoso, anche di due taglie in più. Questi modelli, che con il tempo sfrutteranno la tecnologia senza ferretto, vengono realizzati non solo nelle tonalità basic ma in versione colorata e con tante fantasie alla moda. Tutto questo permetterà di realizzare coordinati davvero originali e raffinati.


Storia del reggiseno dagli anni ’90 a oggi: i modelli con effetto naturale


Le maggiori aziende di intimo propongono oggi tanti reggiseni basic o impreziositi da pizzi, ricami, perline, decori, strass e tanti altri dettagli di stile. Non solo. Mentre negli anni ’90 si voleva a tutti i costi enfatizzare il décolleté, oggi si preferisce un effetto più naturale. Senza imbottitura né push up né ferretto!

Spesso il reggiseno diventa una seconda pelle e viene appositamente realizzato con tagli al laser e materiali performanti, quali ad esempio i tessuti in microfibra o quelli ultra soft. Ecco dunque che il reggiseno, pur essendo sprovvisto di ferretti, riesce a garantire maggiore sostegno anche ai seni più generosi.

Sono molto di tendenza, comodi ma anche belli da vedere (e sexy!) i modelli disponibili, sprovvisti di imbottitura e di cuciture sulle coppe, ma in pizzo, o tulle a pois, in nero bianco o colorati!


Must have del momento è sicuramente la bralette, caratterizzata dalle coppe a triangolo e da una fascia sotto al seno più o meno alta, presentandosi a metà tra un classico top e un tradizionale reggiseno. Queste soluzioni sono perfette per valorizzare ogni tipo di seno in un modo assolutamente naturale. E spesso sono così belle e pratiche che possono tranquillamente essere indossate senza nulla sopra, sotto a una giacca o si lasciano intravedere da un’ampia scollatura o sotto una camicia.

Ma questa non è una novità! Ci avevano già pensato Chanel, Gianni Versace, Dolce& Gabbana e molte altre note maison agli inizi dei mitici anni ’90! Diamo un’occhiata ad alcune delle immagini più iconiche di quegli anni!

You may also like