Come scegliere il bikini giusto in base al seno e al lato B!

by Pina Chiocchetti

Finalmente si sta avvicinando l’estate! Con l’arrivo del bel tempo e soprattutto dopo il lockdown forzato, non vedo l’ora di andare al mare con le mie amiche! E voi?

Quindi bisogna iniziare a pensare al costume da bagno! Prima di tutto scegliamo se optare per un due pezzi (bikini) o un costume intero oppure un trikini. Il trikini è un pezzo unico, che però lascia scoperte molte zone del corpo, come i fianchi e la pancia.

Scegliere il bikini giusto è un po’ più complicato perché, se vogliamo fare una scelta adatta al nostro corpo, bisogna studiarne le caratteristiche. Come quando scegliamo la lingerie!

Guida alla scelta del bikini giusto

Come scegliere il bikini giusto in base al seno

Il bikini è composto da un reggiseno e uno slip!

Il reggiseno può essere a balconcino, a triangolo, push up o senza imbottitura, e poi c’è la classica fascia senza spalline.

Se il seno è minuto, si consigliano fasce senza spalline, modelli a triangolo e quelli arricchiti da volant, che danno un po’ di volume. Oppure un reggiseno con delle coppe se piace un effetto push up!

Per chi ha un seno prosperoso si consiglia un reggiseno che si allaccia dietro al collo, con la coppa o almeno con il ferretto e le cuciture leggermente sagomate. Il modello a balconcino è molto indicato ma se si preferiscono i triangoli o le fasce, basta usufruire di accessori extra che favoriscono una buona vestibilità. Come coppe o spalline con gancetti regolatori, che potranno dare un sostegno adeguato anche al seno più prosperoso.

Un ulteriore aspetto da considerare è il modo in cui si andrà a indossare il reggiseno: scegliendo la giusta coppa, applicando le adeguate spalline al centro della scapola e valutando un tessuto capace di aderire bene sotto il busto, consentiremo alla fascia anteriore di avvolgere dolcemente il seno.

Lato B

Per bilanciare la forma del proprio corpo è importante anche la scelta dello slip per esaltare il nostro lato B!

Quando il sedere è più squadrato, cioè piccolo e tendenzialmente piatto, si deve giocare con l’illusione ottica creata da fiocchetti o laccetti laterali o un taglio sgambato che metta in evidenza le forme. Un tessuto increspato può aggiungere volume.

Chi ha fianchi abbondanti dovrebbe scegliere uno slip con un minimo di altezza sui fianchi, leggermente strutturata con lacci in verticale oppure con qualche rouches per mimetizzare l’effetto rotolini. Meglio evitare gli slip a vita alta e i costumi interi che mettono in evidenza il girovita accorciando le gambe.

Per chi ha i fianchi stretti e le spalle più abbondanti rispetto al resto del corpo consiglio slip con laccetti e costumi a vita bassa.

Quando il punto vita è poco “segnato” e il seno è piccolo, l’deale è un bikini con pezzo di sopra monospalla e slip con volant!

Mentre per coprire la pancia ci sono i costumi interi che ormai sono sempre più di moda e anche sexy! Ma per chi preferisce il bikini, consiglio bikini dal mood un po’ retrò con vita alta. 

Per chi ha il vitino da vespa consiglio di scegliere lo slip a vita bassa con i laccetti, per evidenziare il punto vita, e il reggiseno push up per esaltare la forma del seno donando sinuosità al corpo.

Per quanto riguarda i colori è risaputo che una tonalità forte attirerà l’attenzione ed è perciò appropriata utilizzarla nel punto che vogliamo risaltare di più. In merito al colore della nostra carnagione: se è piuttosto bianca, potremmo prediligere tonalità più delicate o il nero, mentre per una pelle scura, i colori accesi valorizzeranno il risultato finale.

Diamo un’occhiata ai costumi più belli dell’estate 2020!

You may also like